Disciplinare il partito: culture costituzionali a confronto

La rilevanza costituzionale del ruolo dei partiti rappresenta certamente una delle novità tipizzanti il secondo Novecento. Lo scopo del saggio è dunque quello di indagare, nel quinquennio 1943-1948, quale idea costituzionale di partito elaborarono i costruttori del nuovo ordine democratico italiano; partendo dalle premesse culturali del dibattito (che affondano le radici nelle riflessioni giuridiche di fine anni Trenta) per giungere infine alle scelte adottate dall’Assemblea costituente. Il percorso, che si dimostrò tortuoso e dall’esito tutt’altro che scontato, venne alimentato da una molteplicità di contributi giuridici e politici, che evidenziarono l’esistenza di culture costituzionali differenti e non sempre armonizzabili.