Giustizia e amministrazione

Una pronuncia del Consiglio di Stato in tema di ottemperanza

Logo Consiglio di Stato

 

Con la recente pronuncia 30 maggio 2016 n. 2263, il Consiglio di Stato ha specificato alcuni principi in tema di giudizio di ottemperanza.

Innanzitutto i giudici amministrativi, richiamando alcuni precedenti (Cons. Stato, sez. V, ord. 17 luglio 2015, n. 3587; Id., sez. IV, 27 gennaio 2015, n. 362), hanno affermato che in sede di esecuzione del giudicato è consentito specificare il contenuto del comando contenuto nella sentenza da eseguire, ma non è consentito porre ulteriori vincoli all’Amministrazione, diversi da quelli scaturiti dalla discussione in contraddittorio, svoltasi in sede di cognizione.

Inoltre non è consentito al giudice dell’ottemperanza convertire il giudizio qualificandolo come cognitorio quando quest’ultimo rientra nella competenza di altro giudice, al quale spetta in via esclusiva la delibazione dell’esistenza dei presupposti per l’esame del ricorso nel merito.

 

Leggi il testo della sentenza