Università

Roars Review I/2012

 

 

 

 

I/2012

 

 

Gentili lettori,

lo scorso 5 novembre 2011 abbiamo cominciato l’invio delle newsletters di ROARS. Dopo venticinque invii, abbiamo pensato che fosse giunto il momento di cambiare il nome al nostro foglio settimanale. A partire da oggi, anche in considerazione della qualità e della quantità dei contributi, si chiamerà Roars Review.

Siamo in attesa dell’assegnazione del codice ISSN.

Speriamo che apprezzerete, anche in questa nuova veste, i contributi che cerchiamo di offrire per una discussione aperta e documentata sulla politica dell’università e della ricerca, sui temi della valutazione, della scientometria e della bibliometria.

I numeri della vecchia newsletter sono disponibili qui

 

. 

La redazione di ROARS

28 aprile 2012

In questo numero si discute fra l’altro dei paradossi derivanti da un uso disinvolto di database non idonei per la valutazione; dei rischi di una valutazione che prescinda dalle specificità dei settori disciplinari; della governance del CNR; di abolizione del valore legale del titolo di studio; dell’immagine dell’Università italiana. E’ stata aggiornata la sezione dei collaboratori
 
.

ARGOMENTI

 

 

 

 

A. Banfi, Scholar Search: all’inferno andata e ritorno

 

(27/4) 

Google Scholar è uno strumento assai utile che molti di noi usano per integrare ricerche bibliografiche e ampliare il proprio sguardo sulla produzione scientifica dei settori di riferimento. Già da tempo si cerca di farne uso anche per altri scopi, inclusa l’analisi citazionale o la misurazione della produzione scientifica. Alberto Baccini ha su queste pagine già dimostrato egregiamente come vi siano alcuni problemi rilevanti nell’uso di Google Scholar (e dunque di Publish or Perish) per questi scopi.

(scarica in PDF)

 

 

 

A. Baccini, Tu chiamala, se vuoi, valutazione

 

(27/4) 

L’uso di classifiche delle riviste secondo l’ANVUR ha un intento dichiaratamente pedagogico: spingere i ricercatori a pubblicare sulle “riviste più selettive del proprio settore”. Nel caso del GEV13 l’adozione di classifiche può determinare “effetti pedagogici” disastrosi per la storia del pensiero economico (History of Economic Thought: HET).

(scarica in PDF)

 

 

 

G. Sirilli, CNR: si può far governare la scienza dalla politica? L’inadeguatezza di un CdA nell’areopago della scienza

 

(26/4) 

Il CNR è governato dai politici. Al contrario, la governance dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) è di fatto affidata alla comunità scientifica e quella dell’università italiana agli accademici.  In questo articolo ci chiediamo se sia stato saggio aver optato per un Consiglio di amministrazione nominato dal governo, e se le persone che ne fanno parte gestiscono bene l’ente. La risposta è: no.

(scarica in PDF)

 

 

 

A. Stella, Riflessioni sull’abolizione del valore legale del titolo di studio

 

(25/4) 

Con l’avvio della Consultazione Pubblica sull’abolizione del valore legale del titolo di studio, voluta del Governo Italiano, si è riaperta una nuova fase del dibattito su un tema, da molto tempo presente allo stato latente nell’ambiente accademico, che periodicamente riaffiora con grande risalto agli onori della cronaca.  Ma cosa davvero si intende per abolizione del valore legale del titolo di studio? I cittadini, chiamati a esprimere la propria opinione sul tema, sono davvero a conoscenza del suo significato e di quali ne siano le reali conseguenze? Quali provvedimenti legislativi verrebbero adottati per dar corso all’abolizione del valore legale del titolo di studio? La sua abolizione sarebbe un punto di arrivo o non piuttosto il punto di partenza per dar vita ad un ranking delle università italiane e a una loro classificazione in “research universities” e “teaching universities”? Quale modello di università si vuole introdurre in Italia? Quale reale rapporto sussiste tra i titoli di studio conferiti e il loro valore in Europa e in altri paesi avanzati?

(scarica in PDF)

 

 

 

G. Ietto Gillies, L’università italiana vista con occhiali inglesi

 

(24/4) 

Io qui voglio soffermarmi su quegli aspetti che si riferiscono alla visione dell’università italiana da parte di persone che hanno fatto e stanno facendo esperienza del mondo accademico britannico, e quindi la vedono con occhiali inglesi anche se con occhi italiani.

(scarica in PDF)

 

 

 

A. Baccini, Primo Capitolo e il suo h-index

 

(23/4) 

Google Scholar è un potente strumento per la ricerca bibliografica e la qualità dei dati forniti sta velocemente migliorando. Al momento gli indicatori bibliometrici che se ne ricavano sono poco affidabili. Malgrado ciò l’ANVUR si accinge ad usarlo nel prossimo VQR. Non meravigliatevi se troverete il professor Primo Capitolo nella classifica dei migliori scienziati italiani.

(scarica in PDF)

 

APPROFONDIMENTI

 

 

 

RedazioneLa politica scientifica dei candidati presidenziali francesi

 

(28/4) 

Sarkozy ed Hollande, candidati alle presidanziali francesi, hanno illustrato la loro politica scientifica con delle interviste su Nature. Francesco Sylos Labini è stato intervistato da Radio 3 Scienza per commentare i diversi punti di vista.

 

 

Redazione, Valore legale del titolo di studio: la consultazione ministeriale e il “controquestionario”

 

(26/4) 

Domenica 22 aprile,Il Corriere e Il Sole 24 Ore hanno pubblicato i risultati provvisori della consultazione on line del Ministero dell’Istruzione sul tema del riconoscimento del valore legale del titolo di studio. La consultazione, composta da quindici quesiti ed iniziata giovedì 22 marzo, è giunta al termine il 24 aprile.

 

 

Redazione, The Corporate Professor

 

(25/4) 

Nel nuovo fascicolo di The Hedgehog Review si discute di università e mercato.

 

 

Redazione, Carla Barbati sul valore legale del titolo di studio

 

(24/4)

“In effetti, parlare di abolizione del valore legale del titolo di studio di per sé è un non-problema, perché quell’espressione si riferisce ad un oggetto non definito e non identificabile: non esistono dal punto di vista giuridico leggi che chiaramente conferiscano questo supposto valore legale”. 

 

 

F. Sylos Labini, Seminario alla London School of Economics

 

(22/4) 

LA FONDERIA OXFORD  ha organizato un incontro alla London School of Economics nel corso del quale è stato presentato il seminario “LIMITI E PROSPETTIVE DELLA RICERCA UNIVERSITARIA ITALIANA” da parte di Francesco Sylos Labini. Qui si possono scaricare le slides.

 

 

 

LETTERE ALLA REDAZIONE

 

 

C. Zunino, Corrado Zunino di La Repubblica replica a Roars

 

(23/4) 

Pur non condividendone lo stile, pubblichiamo integralmente questa lettera che abbiamo ricevuto da Corrado Zunino, giornalista di La Repubblica.

INCONTRI E EVENTI

  • La monografia in ambito umanistico: ruolo, tipologie, valutazione. 21 maggio 2012, ore 9.30-13.30. Aula Magna della SPISA, Via Belmeloro 10, (Bologna). Intervengono Franco Mastragostino, Ivano Dionigi, Dario Braga, Giovanni Luchetti, Mauro Bernardi, Marco Cavina, Carla Barbati, Lorenzo Bianconi, Giacinto della Cananea, Nicoletta Parisi, Lucia Serena Rossi, Francesco Vella, Andrea Angiolini, Piero Attanasio, Matteo Bianchi. Qui il programma provvisorio: LOCANDINA
     
  • Progetto “Sostegno alle politiche di ricerca e innovazione delle regioni” La domanda pubblica come leva per l’innovazione. Giovedì 17 Maggio 2012 – ore 10.00 – 17.30. Bari – Via Amendola 126/B. Politecnico di Bari – Campus “E. Quagliariello” – Aula Magna. LOCANDINA
.
.
.