Università

Cun, Asn e ricercatori a tempo determinato

 

Si segnala la Raccomandazione del Cun sull’avvio della nuova procedura di Abilitazione Scientifica Nazionale (Asn) in considerazione della posizione dei ricercatori a tempo determinato.

 

cun_logo

 

Consiglio Universitario Nazionale

 

All’On. le Ministro

Sen. Prof.ssa Stefania GIANNINI

S E D E

 

OGGETTO: Raccomandazione sul mantenimento ai ricercatori titolari di contratti ai sensi dell’art.24, comma 3, lett.b) della l. 30 dicembre 2010, n. 240 dei diritti loro riconosciuti dalle vigenti disposizioni di legge.

 

Adunanza del 10 giugno 2015

 

IL CONSIGLIO UNIVERSITARIO NAZIONALE

 

VISTO l’art.16, comma 3, lettera d) della l. 30 dicembre 2010, n.240, come modificato dall’art. 14 della l. 11 agosto 2014, n.114 ove si  prevede la presentazione della domanda per il conseguimento dell’Abilitazione  Scientifica Nazionale senza scadenze prefissate;

VISTO l’art. 14 comma 3 della medesima l. 11 agosto 2014, n. 114  ove si  prevede che le procedure per il conferimento dell’Abilitazione Scientifica Nazionale siano indette  entro il 28 febbraio 2015, previa revisione del regolamento di cui all’articolo 16, comma 2, della l. 30 dicembre 2010, n. 240;.

RILEVATO che non sono state indette procedure di Abilitazione Scientifica Nazionale dopo l’ultimo bando, adottato con decreto direttoriale n. 161 del 28 gennaio 2013;

CONSIDERATO  il termine dei tre anni previsto dall’art.24, comma 5, della l. n.240/2010 perché i ricercatori a tempo determinato di tipologia b), ove abbiano conseguito l’abilitazione scientifica nazionale, siano valutati ai fini della chiamata nel ruolo di professore associato, ai sensi dell’art.18, comma 1, lett.e) della medesima l. n. 240/2010;

RACCOMANDA

la sollecita adozione degli atti necessari al riavvio, in tempi quanto più possibile ravvicinati, delle procedure per il conferimento dell’Abilitazione Scientifica Nazionale.

CHIEDE

l’adozione di provvedimenti atti a:

– garantire che i ricercatori a tempo determinato di tipologia b), che entro la scadenza del triennio non abbiano potuto partecipare alle procedure di abilitazione per effetto della mancata indizione delle procedure ASN dal 2013, conservino il diritto riconosciuto dall’art.24, comma 5, della l. n.240/2010 ad essere valutati ai fini dell’inquadramento nel ruolo di professore associato, in caso di conseguimento dell’Abilitazione Scientifica Nazionale, purché presentino immediatamente domanda alla riapertura delle procedure;

– consentire agli Atenei il mantenimento in servizio dei suddetti ricercatori fino alla valutazione ai fini della chiamata in ruolo riservando le risorse necessarie per il relativo inquadramento.

Il Presidente

(Prof. Andrea Lenzi)