Politica e amministrazione

Politiche di integrazione dei rifugiati: due studi del Parlamento europeo.

In the years 2015-2016, almost 2.5 million first-time asylum seekers arrived in the EU. While not being a relevant entry point to the EU, Austria, Germany and Sweden were main destination countries due to favourable economic and socio-economic conditions. Even if all three countries had pre-existing experience in the reception and integration of migrants, unprecedented volumes posed new challenges with regards to reception and integration capacities. However, as labour shortages are becoming more and more apparent in certain regions, sectors and occupations, there was a strong will for effective integration taking up lessonsfrom the past.

Il gruppo “Think Tank” del Parlamento europeo ha recentemente pubblicato uno studio sull’integrazione dei rifugiati in Germania, Austria e Svezia, e un secondo studio comparato dedicato ai casi, approfonditi nei country annexes, di Grecia, Ungheria e Italia.

L’obiettivo dell’analisi è di fornire una complessiva visione degli sviluppi nelle politiche di accoglienza e integrazione, oltre che dei progressi realizzati negli ultimi tre anni.

Una sintesi dei risultati può essere letta a questo link.