Giustizia

La pronuncia della CGUE sul caso sigarette elettroniche

Corte di Giustizia Europea

 

Lo scorso 4 maggio 2016, la Corte di Giustizia si è espressa in senso positivo, con tre sentenze (cause C-547/14, C-477/14 e C-358/14),  sulla direttiva inerente la lavorazione, presentazione e vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati sul mercato interno europeo (Direttiva 2014/40/UE). Le distinte pronunce rappresentano il momento conclusivo di tre procedimenti paralleli che hanno consentito ai giudici europei di esaminare, rispettivamente, la parte della direttiva dedicata alla nuova disciplina sulle sigarette elettroniche (caso Pillbox 38), le questioni relative alla scelta dell’art. 114 TFUE quale base giuridica e i problemi connessi alla delega del potere legislativo ed esecutivo alla Commissione (caso Philip Morris Brands e a.) nonché, infine, il divieto delle sigarette al mentolo (caso Polonia c/Parlamento e Consiglio).

 

Leggi il comunicato stampa