Diritto costituzionale

La Corte Costituzionale si pronuncia sull’azzeramento della perequazione automatica delle pensioni

 

corte_costituzionale_logo


 

Con la sentenza n. 70 del 2015 la Corte Costituzionale si è pronunciata sulla legittimità dell’art. 1, comma 1, della l. n. 214 del 2011; secondo i giudici della Consulta l’azzeramento del meccanismo di rivalutazione automatica delle pensioni per il biennio 2012-2013 “se vagliata sotto i profili della proporzionalità e adeguatezza del trattamento pensionistico, induce a ritenere che siano stati valicati i limiti di ragionevolezza e proporzionalità, con conseguente pregiudizio per il potere di acquisto del trattamento stesso e con irrimediabile vanificazione delle aspettative legittimamente nutrite dal lavoratore per il tempo successivo alla cessazione della propria attività“.

Scarica la sentenza