Giustizia e amministrazione

Una pronuncia in tema di pratiche commerciali scorrette

logo Tar Lazio

 

 

Il Tar Lazio (sez. I, 3 gennaio 2017, n. 62) ha respinto il ricorso proposto da alcune società produttrici di chewing gum avverso un provvedimento sanzionatorio dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. L’Agcm ha emanato alcune sanzioni nei confronti delle ditte ricorrenti, ritenendole responsabili di aver posto in essere una pratica commerciale scorretta. In particolare, la condotta è consistita nella diffusione di numerosi messaggi promozionali incentrati sui benefici salutistici, specificamente per l’igiene orale e dentale, derivanti dal consumo dei prodotti pubblicizzati. L’Autorità ha sostenuto, inoltre, la lesività della condotta giacché sarebbe stata tale da suggerire al consumatore una sostanziale assimilazione dell’uso delle gomme da masticare pubblicizzate all’utilizzo dello spazzolino e del dentifricio e all’intervento del dentista, senza suffragare tale messaggio con prove scientifiche. I giudici amministrativi, pertanto, rigettando le doglianze delle società ricorrenti, hanno confermato la legittimità del suddetto provvedimento sanzionatorio.

Leggi il testo della pronuncia