Diritti fondamentali

Kadi III: la Corte di Giustizia mette il punto

logo Corte di Giustizia

Con la sentenza CGUE cause riunite C‑584/10 P, C‑593/10 P e C‑595/10 P del 18 luglio 2013, la Corte di Giustizia conclude la vicenda Kadi, rigettando i ricorsi della Commissione e del Regno Unito e riaffermando l’obbligatorietà del rispetto dei diritti fondamentali (nello specifico, del diritto di difesa).

Il sig. Kadi ha così ottenuto l’annullamento della normativa UE impugnata (ovvero, un regolamento con cui si disponeva il congelamento dei suoi beni per presunte relazioni con Al Qaida) in ragione di una tutela giurisdizionale effettiva.

 

Scarica la sentenza