Concorrenza

Corte di Giustizia UE: i modelli di clemenza adottati al livello dell’Unione non vincolano le autorità nazionali antitrust

 

464742920

 

La Corte di Giustizia dell’Unione europea si è pronunciata, in sede di rinvio pregiudiziale, sul noto caso del c.d. “cartello degli spedizionieri”.

In base ai principi contenuti nella sentenza, i modelli di clemenza adottati al livello UE, e precisamente nell’ambito della rete europea della concorrenza (European Competition Network), non hanno effetto vincolante nei confronti dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, né delle altre Autorità nazionali. Con tale pronuncia, la Corte di Giustizia, in linea con quanto deciso dal TAR Lazio, ha confermato la coesistenza delle competenze parallele della Commissione e delle Autorità nazionali garanti della concorrenza, in base a un principio di autonomia e indipendenza dei programmi di clemenza e delle relative domande attivati sui due differenti piani.

Corte di Giustizia UE, sentenza 20 gennaio 2016, C-428/14.

Leggi il testo della sentenza