Amministrazione e mercato

“Stabilità Finanziaria e Regolamentazione”: quali sfide?

Si è svolta quest’oggi la prima edizione della conferenza biennale su “Stabilità Finanziaria e Regolamentazione”, organizzata dalla Banca d’Italia in collaborazione con l’Università Bocconi e il Baffi Centre for Applied Research on International Markets, Banking, Finance and Regulation (Baffi-CAREFIN).

L’apertura dei lavori è stata segnata dall’intervento del governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, che si è soffermato sul rilievo del tema della stabilità finanziaria in seguito alle vicende della crisi globale, indicando tre aree di interesse per policymakers e studiosi delle relazioni tra poteri pubblici ed economia: la regolazione macroprudenziale; l’innovazione finanziaria e il fenomeno noto come Fintech; la gestione delle crisi bancarie.

Nelle conclusioni, si è evidenziato il ruolo nodale assunto dalle banche centrali nello scenario regolatorio corrente, e l’importanza delle occasioni di confronto, dibattito e ricerca su temi di frontiera per la stabilità finanziaria, la cui comprensione inevitabilmente richiede un approccio multidisciplinare:

the post-crisis regulatory overhaul that has de jure or de facto provided central banks with a new or a renewed financial stability mandate is here to stay. High quality research, both theoretical and empirical, and fora like this conference, in which recent experiences and new ideas are exchanged in an open minded atmosphere, speed up the pace at which policymakers can learn how to most effectively fulfill such financial stability mandates.

Per una lettura dell’intervento integrale clicca qui.