Amministrazione e mercato

Pubblicato il rapporto annuale della UIF

UIFPubblicato, sul sito internet istituzionale, il rapporto annuale per l’anno 2015 dell’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia, trasmesso al Parlamento per il tramite del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Come si legge nelle Considerazioni finali del Direttore dell’Unità responsabile della prevenzione del rischio riciclaggio, l’anno trascorso è stato cruciale sotto più versanti.

Nel 2015, infatti, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha concluso, per conto del Gruppo d’Azione Finanziaria (GAFI), la valutazione del sistema italiano di prevenzione e contrasto. I risultati sono stati diffusi agli inizi di quest’anno.

I valutatori hanno attestato che l’Italia, consapevole della gravità delle minacce da fronteggiare, ha saputo costruire e far funzionare un sistema caratterizzato: da un robusto quadro giuridico e istituzionale; da una buona comprensione dei rischi; da un elevato grado di cooperazione e coordinamento tra le autorità nelle politiche di prevenzione e contrasto; da una particolare efficacia dell’apparato di segnalazione, analisi e accertamento dei casi sospetti; da un’elevata e crescente collaborazione di una parte significativa degli operatori; da un’incisiva azione in sede investigativa e giudiziaria.

Al contempo, sono proseguiti gli sforzi volti ad assicurare il coordinamento con attori istituzionali nazionali e internazionali, anche in considerazione dei rischi legati all’acuirsi della minaccia posta dal terrorismo globale, e dell’emersione di interrogativi posti da episodi assurti all’attenzione della cronaca mondiale (ad esempio i celebri Panama papers).