Amministrazione e mercato

Le (nuove) Linee guida per la valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico

agenzia-italia-digitale-yes-2015L’Agenzia per l’Italia digitale ha pubblicato in data odierna le Linee Guida Nazionali per la Valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico.

Il documento aggiorna la precedente versione, pubblicata dall’AGID nel corso del 2014, con alcuni elementi di novità. Secondo quanto riportato, tale aggiornamento mira a …

(i) strutturare una prima versione dell’architettura dell’informazione del settore pubblico grazie alla quale identificare un insieme di dati di riferimento e “core” (o indipendenti da domini applicativi), per i quali applicare modellazioni comuni; (ii) porre attenzione su dimensioni specifiche di qualità dei dati da garantire secondo quanto previsto dagli standard ISO/IEC 25012 e 25024; e (iii) suggerire una licenza di riferimento per tutti i dati della pubblica amministrazione che sia aperta e internazionalmente riconosciuta.

L’obiettivo del documento è quello di …

supportare le pubbliche amministrazioni nel processo di valorizzazione del proprio patrimonio informativo pubblico, proponendo una serie di azioni che devono essere necessariamente intraprese per attuare in maniera omogenea su scala nazionale questo processo. Il documento, in linea con gli obiettivi indicati nell’articolo 52 del D.lgs 7 marzo 2005, n. 82 – Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD), approfondisce da un lato un modello e un’architettura di riferimento per l’informazione del settore pubblico, individuando standard di base, formati, vocabolari/ontologie per dati di riferimento e “core”, ricorrenti e indipendenti da domini applicativi, profili di metadati descrittivi nazionali, e dall’altro gli aspetti organizzativi e di qualità dei dati necessari per individuare i ruoli e le figure professionali delle pubbliche amministrazioni nonché le fasi dei processi per la gestione e pubblicazione di dati di qualità.

(si ringrazia Silvia Simone per la segnalazione)