Dossier Moa - Unione europea

Dossier sulla misurazione degli oneri amministrativi nell’Unione europea

 

 

Dossier

La misurazione e la riduzione degli oneri amministrativi (MOA) nell’Unione europea

(a cura di Mariangela Benedetti, Andrea Flori)

 

La seguente sezione illustra la documentazione relativa alle attività di misurazione degli oneri amministrativi condotte dalla Commissione Europea a partire dal 2006.

 

Documentazione antecedente e preparatoria all’avvio del programma di misurazione

Il programma di misurazione è il risultato di un percorso avviato dalla Commissione sulla riduzione degli oneri regolatori a partire dal 2005.

In particolare, il 23 marzo 2005 il Consiglio europeo ha invitato la Commissione a esaminare una metodologia comune per la misurazione dei costi amministrativi. Il 16 marzo 2005 la comunicazione della Commissione “Una migliore regolamentazione per la crescita e l’occupazione nell’Unione europea” conteneva nell’allegato documento di lavoro dei servizi della Commissione uno schema dettagliato di un “modello UE dei costi amministrativi netti” basato Sullo Standard Cost Model (SCM).

Lo schema di un modello UE dei costi amministrativi netti è stato successivamente modificato e migliorato nel corso di una fase pilota condotta tra aprile e settembre del 2005. Tale fase ha consentito alla Commissione di testare le diverse modalità di valutazione dei costi amministrativi e di adottare una metodologia denominata “SCM comunitario”.

 

 

 

Programma di misurazione

Nel gennaio del 2007 la Commissione ha proposto un obiettivo comune di riduzione del 25% degli oneri amministrativi entro il 2012, a livello comunitario, nazionale e regionale. Il Consiglio europeo ha accolto la proposta della Commissione invitando gli Stati membri a fissare a livello nazionale analoghi obiettivi di riduzione degli oneri.

 

 

 

Misurazioni realizzate

Sono state sottoposte a misurazione le seguenti 13 aree di regolazione ritenute prioritarie:

 

 

Rapporti in itinere

La Commissione europea ha affidato alla società di consulenza Capgemini, Deloitte and Ramboll management (Consorzio) l’assistenza al processo di misurazione degli oneri amministrativi. Nel gennaio 2009, la Commissione ha ampliato l’ambito della misurazione (che originariamente riguardava 42 atti legislativi) ad altri 30 atti ed ha affidato l’esecuzione della relativa attività al Centre for European Policy Studies (CEPS).

Di seguito sono riportati alcuni dei Rapporti, disponibili on line, generali elaborati dal Consorzio e dal CEPS:

 

Rapporto finale

Secondo le stime della Commissione, l’obiettivo di riduzione del 25% degli oneri amministrativi è stato raggiunto: sono state adottate – al 31 dicembre 2012 –  misure di semplificazione e riduzione degli oneri che corrispondono a un risparmio per le imprese  stimato in circa 30,8 miliardi di euro all’anno.

 

Manuale sullo Standard Cost Model

Per la misurazione degli oneri a livello europeo sono stati adottati tre diversi criteri:

  1. diretta applicazione dello Standard Cost Model;
  2. estrapolazione sulla base di misurazioni o database nazionali;
  3. utilizzo di dati relativi ad obblighi informativi analoghi.

Con riferimento allo Standard Cost Model, la Commissione europea ha predisposto un manuale inserito tra gli allegati alle linee guida per l’Impact Assessment.

 

High Level Group of Independent Stakeholders on Administrative Burdens

Alla fine del 2007 è stato costituito l’High Level Group on Administrative Burdens, con il compito di consigliare la Commissione Europea per quanto riguarda il Programma d’Azione per la riduzione degli oneri amministrativi nell’UE, in particolare attraverso pareri sulle misure di riduzione degli oneri. l’HLG è presieduto Edmund Stoiber.

 

ABR Plus

Nell’ambito della Comunicazione EU Regulatory Fitness la Commissione Europea ha manifestato la volontà di dare seguito al programma di misurazione avviando l’Administrative Burden Reduction Programme – (ABR PLUS), che si focalizza sulla verifica dell’attuazione da parte degli Stati Membri del programma d’azione per la riduzione degli oneri amministrativi svoltosi tra il 2008 e il 2012. L’obiettivo della Commissione è quello di valutare in che modo di sono realizzate le riduzioni degli oneri amministrativi previste dal programma .

Il programma ABR è attualmente in corso e si sta interessando delle misure di semplificazione adottate nelle seguenti aree di regolazione: trasporti, fisco, contabilità, statistiche, agricoltura, ambiente e appalti pubblici. La relazione finale sui dati raccolti sarà predisposta dalla Commissione nel secondo semestre del 2014.