Autorità indipendenti

Antitrust: aperta indagine su Trenitalia e Ntv

logo agcm

Con comunicato stampa dello scorso 5 Novembre, l’Agcm ha reso noto che, a seguito di numerose denunce, ha deciso di avviare due distinti procedimenti in materia di pratiche commerciali scorrette nei confronti di Trenitalia e di Nuovo Trasporto Viaggiatori (Ntv). Con il primo procedimento, avviato nei confronti di Trenitalia, l’Autorità intende accertare l’eventuale scorrettezza relativa al sistema telematico di ricerca e acquisto delle possibili soluzioni di viaggio, in particolare nell’ambito dell’opzione “tutti i treni” in cui verrebbe resa un’informazione incompleta riguardo ai treni effettivamente disponibili sulla tratta e orario scelti dall’utente, con esclusione di molti regionali, cosicché il consumatore verrebbe di fatto orientato verso l’acquisto della soluzione più veloce ed onerosa. Con il procedimento avviato nei confronti di Ntv, invece, l’Agcm vuole verificare l’ipotesi di due pratiche illecite concernenti il sistema di assistenza telefonica predisposto per la clientela tramite call center. In primo luogo, sembrerebbe che il cliente che intenda acquisire informazioni o esercitare i propri diritti sia di fatto obbligato a rivolgersi ad una numerazione telefonica a sovrapprezzo i cui costi sono suscettibili di aumenti non prevedibili in partenza. In secondo luogo, il procedimento è volto a verificare la scorrettezza del comportamento del Vettore che avrebbe predisposto un numero a tariffa urbana dedicato all’acquisto dei titoli di viaggio, ma al momento dell’acquisto applicherebbe un sovrapprezzo senza fornire adeguati chiarimenti sulla natura dell’emolumento aggiuntivo.

 

Leggi il comunicato