Amministrazione e mercato

Avviata un’indagine conoscitiva sulle modalità innovative di esercizio del trasporto ferroviario

Logo_ART_Autorita-di-Regolazione-dei-TrasportiCon delibera n. 127 dell’8 novembre 2016, l’Autorità di Regolazione dei Trasporti ha avviato un’indagine conoscitiva volta ad analizzare l’impatto che l’introduzione di modalità innovative di esercizio dei treni spiegherà sul mercato retail dei servizi di trasporto passeggeri rientranti nel segmento di mercato c.d. “Open Access Premium”.

Grazie all’indagine conoscitiva l’Autorità potrà valutare quale impatto eserciterà l’introduzione dei treni in composizione doppia sul gestore dell’infrastruttura, sulle imprese ferroviarie e sugli utenti finali. Secondo quanto segnalato da una delle imprese ferroviarie attive nel segmento in questione, il modello di calcolo del nuovo sistema tariffario per il “Pacchetto Minimo di Accesso” all’infrastruttura ferroviaria nazionale adottato con delibera ART n. 75/2016 non prevederebbe, infatti, la tariffa da applicare ai servizi esercitati con una composizione doppia di materiali rotabili, potendo perciò provocare effetti distorsivi e discriminatori a carico di chi esercita il servizio con treni in composizione singola.

Ai fini della valutazione di impatto l’Autorità – secondo quanto indicato nella delibera – terrà conto, in particolare:

* dell’esistenza di eventuali ostacoli all’introduzione di significative innovazioni delle modalità di esercizio dei treni da parte di tutte le imprese ferroviarie operanti, o potenzialmente interessate ad operare, nel segmento di mercato in esame;

* del perseguimento dell’efficienza produttiva da parte delle IF al netto dei pedaggi corrisposti al gestore dell’infrastruttura;

* degli impatti sui ricavi di esercizio del gestore dell’infrastruttura, derivanti da eventuali modifiche delle tracce orarie richieste rispetto a quanto previsto in sede di determinazione dei canoni di accesso, in conseguenza dell’adozione delle suddette modalità innovative di esercizio dei treni;

* degli impatti diretti sul segmento di mercato di riferimento, nonché indiretti sugli altri segmenti relativi agli altri servizi a media e lunga percorrenza, delle suddette modalità innovative di esercizio dei treni;

* degli impatti sull’utenza delle suddette modalità innovative di esercizio dei treni.

L’indagine conoscitiva si concluderà entro il 31 maggio 2017.

Silvia Simone