Amministrazione e mercato

Antitrust: la comunicazione della Commissione sul caso Google Android

Commissione Europea_logo

 

La Commissione europea ha comunicato a Google la sua posizione preliminare secondo cui, in violazione delle norme antitrust dell’UE, l’azienda avrebbe abusato della propria posizione dominante imponendo restrizioni ai fabbricanti di dispositivi Android e agli operatori di reti mobili, a cominciare dalla pre-installazione di Google Search per impostarlo come motore di ricerca predefinito nella grande maggioranza dei tablet e cellulari Android venduti in Europa. In tal modo, Google avrebbe impedito ad altri motori di ricerca, esistenti e potenziali, di accedere a questo mercato, recando danno anche ai consumatori, a causa della restrizione della libera concorrenza e degli effetti limitanti sull’innovazione nell’universo più ampio delle reti mobili. La Commissione europea ha riassunto le sue prime conclusioni sulla violazione delle norme antitrust dell’Unione in una “comunicazione degli addebiti”, inviata a Google e alla società madre Alphabet, la quale si inserisce in un’indagine che è ancora lontana dal termine.

Leggi il comunicato stampa della Commissione europea