Attività

Remedies against Immunity? Il resoconto della conferenza sulla sentenza n. 238/2014 della Consulta

 

 

Vigoni


 

L’IRPA, in collaborazione con l’Istituto Max Planck per il Diritto Pubblico Comparato e Internazionale di Heidelberg e Villa Vigoni, Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea, grazie al contributo della Fondazione Fritz Thyssen, ha organizzato l’incontro “Remedies against Immunity? Reconciling international and domestic law after the Italian Constitutional Court’s Sentenza 238/2014” che si e’ tenuto a Villa Vigoni, sul Lago di Como dal 11 al 13 maggio 2017. Valentina Volpe e Stefano Battini, insieme ad Anne Peters, sono i coordinatori e responsabili del progetto (la notizia è stata costantemente riportata sul sito Irpa).

L’incontro ha riunito eminenti esperti italiani e tedeschi di diritto costituzionale ed internazionale per discutere le conseguenze della sentenza 238/2014 che ha negato l’immunità giurisdizionale alla Germania per i crimini di guerra nazisti, dalle diverse prospettive del diritto nazionale, europeo ed internazionale e per proporre soluzioni concrete agli attori coinvolti.

Nelle conclusioni, gli esperti si sono espressi a favore di una soluzione negoziata. I due Paesi hanno un obbligo morale di riprendere i negoziati, anche sulla base di quanto già auspicato dalla Corte Internazionale di Giustizia nel 2012. Sulla base di una lista delle vittime riconosciute, andrebbe creato un sistema di indennizzo attraverso un fondo comune Italo-tedesco. L’Italia dovrebbe farsi promotrice di un’iniziativa in tal senso, che riconosca anche il ruolo storico e le responsabilità italiane nel conflitto. L’iniziativa congiunta non andrebbe limitata agli attori statali, ma dovrebbe coinvolgere associazioni e altri attori privati, al fine di consentire un risarcimento, anche di portata simbolica, alle vittime.
I Presidenti della Repubblica italiana e tedesca potrebbero essere protagonisti di quest’iniziativa in uno spirito di pacificazione europea.

Adottando per la prima volta una prospettiva bi-nazionale, il colloquio è stato un esperimento di “academic diplomacy” volto ad offrire, all’interno del comune orizzonte europeo, la migliore expertise accademica al servizio di una pacificazione interstatale tra due Paesi fondatori dell’Unione europea.

Il terzo giorno, l’evento ha voluto coinvolgere nella discussione dei risultati e delle proposte formulate dagli studiosi una platea di giudici nazionali coinvolti nel pre/post Sentenza 238/2014, media, esponenti delle associazioni, diplomatici e politici con l’intento di avviare una riflessione più ampia a livello istituzionale e di società civile sulle tematiche affrontate. Erano presenti, tra gli altri, giudici e giudici emeriti delle Corti costituzionali italiana e tedesca quali Marta Cartabia, Sabino Cassese, Valerio Onida, Andreas L. Paulus, e Doris König, ed esperti quali Joseph H.H. Weiler (New York University), Bruno Simma (giudice emerito della Corte Internazionale di Giustizia), Christian Tomuschat (Università Humboldt di Berlino) e Anne Peters (MPIL, Heidelberg).

È stato possibile seguire il live streaming dell’evento conclusivo sul sito del Verfassungsblog che ha dedicato alla conferenza uno spazio di discussione e confronto, dove è possibile trovare una sintesi dei contributi discussi http://verfassungsblog.de/category/themen/remedy-against-immunity/

Il video dell’evento conclusivo e’ disponibile sul canale YouTube di Villa Vigoni https://www.youtube.com/watch?v=lPqGmI_MdWQ

Maggiori informazioni sul programma, la lista dei partecipanti e degli engaged listeners sono disponibili sul sito della conferenza: http://www.mpil.de/en/pub/news/conferences-workshops/remedies-against-immunity.cfm