Individuo, persona e Costituzione

Il contributo parte da una descrizione della crisi dello Stato di diritto legislativo di stampo liberale secondo le analisi di Romano e Capograssi e individua poi i caratteri distintivi dello Stato costituzionale: la sovranità della costituzione come fondamento primo dei diritti, il riconoscimento dell’importanza della giurisdizione nel processo di attuazione della costituzione, la dimensione sovranazionale della tutela dei diritti fondamentali. Su un piano parallelo sottolinea il passaggio «dall’individuo alla persona». La costituzionalizzazione della persona, cioè del soggetto colto nel concreto dei suoi bisogni, rimanda alla nozione di dignità umana e alla sua capacità di effettiva integrazione sociale, economica e politica. La dignità della persona, anche come principio supremo, conserva però un profilo indeterminato, suscettibile di applicazioni contrastanti, e gli argomenti della sua difesa afferiscono naturalmente ai canoni antimetodici della ragione pratica, in specie della ragionevolezza.