Il controllo sull’analisi di impatto della regolazione: l’esperienza degli Oversight Bodies

 

Il presente elaborato indaga sui Regulatory oversight bodies (ROB), strutture
organizzative istituite in diversi Paesi dell’area OCSE per valutare
l’efficacia e l’efficienza degli strumenti di better regulation e, in particolare,
dell’Analisi d’impatto della regolazione (AIR). L’ipotesi di ricerca è
che, a prescindere dalle significative differenze che caratterizza questi
strumenti organizzativi, essendo stati istituiti in tempi, contesti e con
modalità diverse, essi rappresentano un fenomeno unitariamente indagabile
all’interno del quale è possibile rilevare similitudini e differenze.
L’analisi è distinta in tre parti. Dapprima sono analizzati gli ordinamenti giuridici dove l’esperienza degli oversight bodies è maturata da più tempo
e con maggiore successo (Stati Uniti, Regno Unito e Unione europea).
L’analisi comparativa consente di evidenziare le variabili principali che
incidono sulle differenze e sulle analogie dei ROB. Nella seconda parte
viene brevemente ricostruita l’esperienza italiana. Da ultimo sono individuati
alcuni spunti di approfondimento: quale tipo di controllo è
esercitato da questi organi; quali strumenti di accountability sono previsti;
qual è il rapporto tra il controllo da essi svolto e quello esercitato dai
giudici.