Scritti

La nuova sfida dei dirigenti pubblici. L’editoriale di Sabino Cassese

logo


Pubblicato nella sezione “Opinioni” del Corriere della Sera l’editoriale del Professore Sabino Cassese “La nuova sfida dei dirigenti pubblici“:

“Aveva tentato Andreotti nel 1972: creò la dirigenza statale, staccandola dal personale direttivo, ma non riuscì a ridurla a unità. L’apparato pubblico è, quindi, rimasto come un insieme di corpi separati, talora di feudi. Eppure da un buon vertice dipende la forza della macchina amministrativa. Lì debbono accedere i migliori, in condizioni di eguaglianza, esclusivamente per merito, abbandonando la concezione proprietaria del posto e della carriera, coniugando sensibilità agli indirizzi politici (altrimenti si interrompe il circuito democratico) con separazione dai partiti e dagli interessi (altrimenti si perde l’imparzialità). Giunge ora in porto la riforma approvata dal governo in attuazione della legge Madia sulla riforma della pubblica amministrazione.” 

Continua a leggere sul sito CdS