Marco D'Alberti

Le nuove mete del diritto amministrativo

Marco D'Alberti (a cura di)

Bologna, Il Mulino, 2010

 

Questo liber amicorum raccoglie cinque importanti saggi dedicati, da altrettanti giuristi europei, a Sabino Cassese. La premessa del curatore spiega le ragioni di questa pregevole iniziativa: da un lato, rendere omaggio a uno studioso che per gli autori ‘‘ha rappresentato e rappresenta una guida e un punto di riferimento continuo’’; dall’altro lato, prendere spunto dagli studi di Cassese per misurarsi con le nuove ‘‘mete’’ del diritto amministrativo, prima fra tutte il supera- mento delle dimensioni statali e le sfide poste dalla globalizzazione giuridica.

Il primo scritto, di Paul Craig, analizza l’amministrazione comunitaria, ricostruendo le principali tappe della evoluzione dell’amministrazione europea (dalle origini fino al Trattato di Lisbona) le tecniche di amministrazione diretta e condivisa, i tipi di accountability (giuridica, politica e sostanziale). Il se- condo saggio, di Marco D’Alberti, si sofferma sui principi generali del diritto amministrativo e sul ruolo strategico da essi svolto in questa importante fase di trasformazioni: sono evidenziati i legami tra principi giuridici e diritti, nonché la funzione che i principi assolvono nel ‘‘temperare’’ la frammentazione dei regimi regolatori globali e nel comporre le diverse tradizioni giuridiche.

Il terzo saggio, di Spyridon Flogaitis, esamina invece l’uso dei principi generali del diritto nella giurisprudenza del Tribunale amministrativo delle Nazioni Unite, mostrando come questo organo, in sessant’anni di vita, abbia progressiva- mente fatto sempre maggior ricorso a istituti e principi propri del diritto amministrativo, oltre che del diritto in generale: dalla legalità al giusto procedimento e alla ragionevolezza. Il quarto scritto, di Yves Gaudemet, e` incentrato sugli ultimi cinquanta anni del diritto amministrativo francese, in modo da mettere in luce i più rilevanti cambiamenti avvenuti: dalla crisi del principio di autonomia derivante dall’allineamento con il diritto privato al mutato ruolo della legge nel sistema costituzionale. Il quinto saggio, infine, di Luis Ortega, tratta l’evoluzione delle basi costituzionali del diritto amministrati- vo, muovendo dalle premesse concettuali derivanti dalla Rivoluzione francese e giungendo sino alla fase odierna, domi- nata dalla mondializzazione economica e dalla innovazione tecnologica.

Questi ‘‘cinque pezzi facili’’ offrono, dunque, un contributo prezioso allo studio del diritto amministrativo attuale, eviden- ziandone in modo originale i principali profili problematici. Un tentativo, ben riuscito, di rappresentare la ‘‘rivoluzione co- pernicana’’ – per usare le parole del curatore – che questo settore ha sub`?to negli ultimi anni; una rivoluzione che ha visto e trova tra i suoi maggiori artefici e protagonisti il Mae- stro al quale questo volume è dedicato. (Lorenzo Casini)

Pubblicata in Giornale di diritto amministrativo n. 1/2012