Recensioni e segnalazioni

M. Schor, Mapping Comparative Judicial Review, in Washington University Global Studies Law Review, vol. 7, number 2, 2008, pag. 257

Dopo la seconda guerra mondiale in molti ordinamenti democratici sono stati istituiti giudici costituzionali, sull’esempio della Supreme Court degli Stati Uniti.

Le tradizionali mappe utilizzate per sistemare questo fenomeno, però, non sono servite a darne una visione efficace. Gli studi più recenti, invece, stanno progressivamente abbandonando l’uso di dividere le democrazie mondiali in diverse famiglie di judicial review e concentrano l’attenzione su tre ordini di problemi: lo sviluppo dei giudici costituzionali e quello delle democrazie si fonda su fattori causali dello stesso tipo? Quale ruolo giocano le corti costituzionali nella conservazione delle democrazie? La comprensione del judicial review delle Corti costituzionali non potrebbe essere migliorato se si togliesse enfasi, e al tempo stesso, si contestualizzasse l’esperienza della Supreme Court statunitense?