Claudio Franchini

I contratti di appalto pubblico

Claudio Franchini (a cura di)

Torino, Utet, 2010

 

 

 

 

Il diritto degli appalti pubblici ha alcune caratteristiche, ben evidenziate dal relativo codice e dal regolamento di recente emanazione, che incidono fortemente sulla relativa produzione editoriale. In primo luogo, è un sistema normativo molto ampio e complesso: questo spiega perché i libri in materia tendono a essere testi voluminosi, redatti a più mani; è difficile, per un solo studioso, esporre in modo sufficientemente approfondito l’intera materia. In secondo luogo, è ormai un diritto codificato, raccolto e presentato all’interprete in buon ordine in due testi normativi: questo spiega l’impostazione lineare dei relativi libri, che descrivono in successione logica i principali problemi e le varie fasi del procedimento contrattuale. In terzo luogo, è una materia in continua evoluzione, per via dei continui interventi del legislatore: questo spiega la frequenza con cui trattati e commentari vengono pubblicati.

Questo libro, pubblicato nell’ambito del Trattato sui contratti diretto da Pietro Rescigno e da Enrico Gabrielli, riflette bene i tre caratteri indicati, ma allo stesso tempo si distingue nell’ambito della produzione editoriale in materia. In primo luogo, è composto da ventotto capitoli, ciascuno redatto da uno o più autori diversi, che coprono tutta la materia. In secondo luogo, ha un’impostazione chiara e logicamente coerente, articolata in quattro parti: la prima è dedicata ai lineamenti generali e tratta principalmente della disciplina sopranazionale e nazionale; la seconda alla scelta dell’appaltatore, senza trascurare altri aspetti della fase della conclusione del contratto, come l’aggiudicazione e il diritto di accesso; la terza all’esecuzione del contratto, compresi i profili legati al contenzioso; la quarta alle infrastrutture strategiche, che sono soggette a norme in gran parte speciali da quelle descritte nelle parti precedenti. In terzo luogo, il libro segue di tre anni un’altra trattazione generale sui contratti della pubblica amministrazione, avente lo stesso curatore e collocata nella stessa collana, ma il contenuto è sostanzialmente diverso.

La peculiarità del volume, corredato da un indice per materie e da un CD-Rom, è data dalla qualità della trattazione, affidata in gran parte a professori universitari esperti della materia, che ne fa un testo utile per la consultazione da parte degli studiosi come dei pratici. (Bernardo Giorgio Mattarella)

 

Pubblicata in Giornale di diritto amministrativo, n. 3/2011