Archivio

Newsletter Roars n. VII del 2012

 


ROARS

(18 febbraio 2012)

 


Argomenti

 

A. Baccini, C’è spazio anche per ANVUR

(17/2)

Una breve replica di Alberto Baccini al Presidente del Direttivo dell’ANVUR.

 

E. Carloni, Sul valore legale del titolo di studio

(17/2)

Il pensiero “debole” dell’applicazione della concorrenza ai servizi pubblici fondamentali ritorna alla ribalta con la proposta di abolizione dei titoli di studio.

 

G. SirilliPerché il VQR penalizza gli enti pubblici di ricerca. L’indice di Cipolla

(16/2)

La Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) poggia sulla valutazione dei “prodotti” dei ricercatori degli enti pubblici di ricerca e dei docenti universitari. Secondo le regole dell’ANVUR, ogni ricercatore degli enti pubblici deve presentare 6 “prodotti” mente gli universitari ne debbono presentare 3.

 

G. De NicolaoVQR: Gli errori della formula ammazza-atenei dell’ANVUR

(16/2)

E qualche sede dovrà essere chiusa” annuncia il coordinatore del VQR, ma la formula per dare la pagella agli atenei scricchiola. Non si può dividere per zero e, nel caso di uno “sciopero del VQR”, la formula premierebbe gli atenei che rifiutano di collaborare e punirebbe chi ha fatto diligentemente i compiti. Esiti paradossali,  frutto di disattenzione, ma anche dell’ossessione punitiva di voler usare voti negativi che instaurano meccanismi di punizione collettiva.

 

E. Padoa-Schioppa, Appunti sul valore legale della laurea

(15/2)

Sul valore legale del titolo di studio universitario si sta consumando una battaglia ideologica che veicola spesso inesattezze e imprecisioni. A leggere i titoli dei giornali e gli appelli di molti opinionisti sembra che abolendo il valore legale d’incanto le università si metteranno a competere tra loro, in un meccanismo in cui magicamente (e forse subito) emergeranno le università migliori, che attrarranno immediatamente più finanziamenti e studenti, in un circolo virtuoso degno delle migliori teorie della perfetta autoregolamentazione dei sistemi di mercato.

 

F. ConiglioneAmerika, Amerika! Ranking e valutazione negli Stati Uniti

(14/2)

Non è vano forse, in un momento in cui siamo tutti travolti da un processo di valutazione, – il VQR – che ha paralizzato i pensieri dei ricercatori e le attività delle università e rischia di far precipitare il mondo accademico in una sequela di polemiche e controversie senza fine, riflettere su quanto avviene nel paese che sempre viene portato ad esempio di “eccellenza”, sia nella ricerca che nella didattica.

 

F. ChiocchettiAppetite for Destruction? Una proposta alternativa per la banca dati VQR

(13/2)

Recentemente l’ANVUR ha reso noto, tramite una comunicazione che Paola Galimberti ha analizzato in un lucido intervento su ROARS, di essersi impegnata nei confronti degli editori a limitare l’uso delle pubblicazioni ricevute alla sola valutazione, e a distruggerne i file al termine dell’esercizio VQR 2004-2010.

 

Redazione, VQR: fermiamo la macchina prima di sbattere contro il muro

(13/2)

Ovvero: se il ministro fa il valutatore e il valutatore fa il ministro.

 

A. Figà Talamanca, Valore legale del titolo di studio e iper-regolazione

(13/2)

La proposta del Ministro Profumo di attenuare il valore legale dei titoli di studio è stata bocciata dal Consiglio dei Ministri del 27 gennaio. Ma era davvero rivoluzionaria questa proposta?


Lettere alla redazione

 

M. Viola, Colonizziamo l’università con le regole del mercato

(18/2)

Non passa settimana in cui non appaiano, in rete o sui quotidiani, almeno un paio di articoli che si propongono di ovviare alle disgrazie (reali e presunte) dell’università italiana imponendo una ricetta vecchia almeno quanto Adam Smith: liberarle dalla burocrazia e dal protezionismo dello Stato per rimetterla alla miracolosa Mano invisibile del mercato.


Approfondimenti

 

RedazioneAutonomia universitaria, libertà della scienza e valutazione dell’attività scientifica

(18/2)

Segnaliamo l’articolo di Cesare Pinelli comparso sulla Rivista dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti.

RedazioneRegolamento per la disciplina del trattamento economico dei professori e dei ricercatori universitari

(15/2)

Segnaliamo il testo, apparso in Gazzetta Ufficiale, del Regolamento per la disciplina del trattamento economico dei professori e dei ricercatori universitari, con i relativi allegati.

 

RedazioneLa tendenza della politica della ricerca in Europa

(14/2)

IDa tempo in Italia si parla di “valorizzazione delle eccellenze”. E’ interessante notare come si tratti di una tendenza che si manifesta un po’ dovunque, come mostra il caso recente delle mega-università francesi, le Idex, initiatives d’excellence.


Incontri e eventi

 

Giuseppe De Nicolao, Valutazione della Qualità della Ricerca 2004-2010:

missione possibile? Aula Scarpa Università di Pavia 22 febbraio 2012 – ore 17.00:LOCANDINA